I pregiudizi hanno le gambe corte

Io li conosco. Conosco sia Vincenzo Falabella (Presidente FISH) che Mario Barbuto (Presidente UICI). Persone molto diverse fra loro ma che hanno in comune una notoria mitezza. Mitezza che, bene inteso, non li priva di rigore e determinazione. Non credo che però si possa impunemente abusare della pazienza dei miti, in ispecie quando sono anche rappresentanti di istanze ben più ampie delle loro singole persone.… Leggi tutto I pregiudizi hanno le gambe corte

Basagliani odori di merda e morte

È ovvio che sia accaduto e continui ad accadere.
E, se non si scalzano le cause, è altrettanto inevitabile che continui a riproporsi.
Decimomannu, Grottaferrata, Borgo D’Ale: sono solo gli ultimi casi in cui la disumanità scavalla l’eterea narrativa per assumere stalagmitica consistenza sotto le telecamere di Polizia di Stato e Arma dei Carabinieri. Spezzoni di filmato che hanno il merito di impedire allo sguardo e al pensiero di rifugiarsi in convinzioni più rasserenanti.… Leggi tutto Basagliani odori di merda e morte

A’mo scherzato!

Ogni anno, più o meno con queste calure, ISTAT certifica l’incidenza della povertà assoluta e della povertà relativa. Dovrebbe essere un indicatore importante rispetto alla qualità della vita del Paese, forse anche più rilevante di tanti altri dati sull’andamento dell’economia, della borsa, del PIL. Dovrebbe anche condizionare le agende politiche dei nostri Governi. Dovrebbe. Da… Leggi tutto A’mo scherzato!

Migranti e disabilità: palle, bufale e pregiudizi

La superficialità e il pregiudizio attecchiscono e si diffondono oltre le estrazioni sociali, oltre le provenienze regionali, oltre le storie personali. Si annidano nei gangli di troppi cervelli poco o per nulla critici. E a peggiorare lo scenario giocano il loro ruolo superbo e incontrollato i social network nei quali ognuno può contribuire a diffondere… Leggi tutto Migranti e disabilità: palle, bufale e pregiudizi

Ciao, Andrea

Il mio amico Andrea Pedrana se n’è andato. Resto orfano dei nostri discorsi, dello scambio velocissimo di battute a raffica. Come in una esaltante partita di tennis. Alzando i toni fino alle più recenti elaborazioni filosofiche ed abbassandoli repentinamente a fraseggio da angiporto. Finiva con “sei un grandissimo bastardo!”. Uno pari e si riparte. Scriveva… Leggi tutto Ciao, Andrea

La fabbrica dell’invalidità

 (testo integrale del mio intervento a Palazzo Chigi, in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità, comprensivo di ciò che non sono riuscito a dire per ragioni di tempo) La Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità, ratificata dall’Italia con una specifica norma, impone una profonda revisione della normativa e una riorganizzazione dei… Leggi tutto La fabbrica dell’invalidità